Master su PCTO/ASL, realizzato da IUL e Università di Firenze

Master PCTO/ASL, realizzato da IUL e Università di Firenze.

È tutto online ed è centrato sulle pratiche realizzabili nelle modalità miste, compatibili con le regole della tutela della salute.

Viene data rilevanza alla personalizzazione ed alla valutazione.

Mi pare una buona opportunità per non perdere l’esperienza accumulata e integrarla nella didattica e-learning.

La locandina 

 

Apertura della funzione per le scuole di inserimento delle possibili variazioni dell’organico nelle classi I II e III anche al fine dell’adeguamento dello stesso alle declinazioni eventualmente adottate dalle singole istituzioni scolastiche.

Si pone a conoscenza della Rete l’apertura della funzione per le scuole di inserimento delle possibili variazioni dell’organico nelle classi I II e III anche al fine dell’adeguamento dello stesso alle declinazioni eventualmente adottate dalle singole istituzioni scolastiche.

Si sottolinea l’importante innovazione relativa alla possibilità di introdurre sia nell’area generale che nell’area di indirizzo un “Eventuale ulteriore insegnamento” (da individuare tra le classi di concorso già previste dall’indirizzo stesso) .

Tale innovazione può consentire l’inserimento nell’area di indirizzo delle classi terze di un’ora aggiuntiva di Lingua Inglese (microlingua) considerata la riduzione a due ore della stessa nell’area di base laddove tale scelta sia ritenuta opportuna o l’ampliamento delle ore di laboratorio

Allegati

  • Nota MIUR 487 del 10/07/2020 Dotazioni organiche personale docente 2020/21
  • Manuale SIDI Organico di diritto Secondaria di II grado
  • (rif. da pag.53 Par. 3.1.10 Gestione monte ore professionali

Le rubriche servono agli allievi?

 

Concordo con Dario Nicoli sul valore progettuale preliminare delle rubriche, che consiste nel prevedere attività didattiche che portino a quelle evidenze. Le rubriche sono dunque in primo luogo uno strumento per il docente, un aiuto nel definire l’ambiente di apprendimento. Questo vale certamente anche nella DaD. 

E quanto le rubriche servono all’allievo? 

Nella DaD inevitabilmente il legame tra docente e studenti si fa più… flebile, può accadere che qualcosa rischi di sfuggire di mano. Occorre responsabilizzare gli allievi, anche attraverso un nuovo patto formativo, le ridefinizione di regole adatte al nuovo contesto.

L’uso delle rubriche da parte degli studenti per auto monitorare comportamenti e processi in atto può incentivare in loro l’assunzione di atteggiamenti responsabili e aiutarci ad allentare la… distanza?

So colleghi che vi sono esperienze in corso… sarebbe interessante poterle leggere qui e confrontarsi, soprattutto in questo momento particolare.

Buona serata intanto!
Maria Renata Zanchin

Come usare la Rubrica di valutazione

Le rubriche che con Maria Renata Zanchin abbiamo inserito hanno due funzioni:

  • una VALUTATIVA in senso proprio, che si svolge in un secondo momento, quando sono state raccolte tutte le evidenze corrispondenti ai gruppi di indicatori (partecipazione, comunicazione, azione reale);
  • una PROGETTUALE, preliminare, che consiste nel prevedere attività didattiche che portino a quelle evidenze.

Questo significa che dobbiamo:

1) effettuare una rilevazione sistematica della partecipazione, tramite i comportamenti dimostrati dagli alunni:

Partecipa alle attività sincrone (videoconferenze, instant messaging, etc.)  e asincrone, contribuendo in modo originale e personale, nel rispetto delle regole e promuovendo un clima sereno.
Mostra puntualità nella consegna dei materiali o dei lavori assegnati in modalità sincrona e/o asincrona come esercizi ed elaborati
Manifesta una collaborazione costruttiva alle attività proposte, singolarmente, in coppia o in gruppo

2) stimolare la comunicazione secondo criteri sia grammaticali e lessicali sia di padronanza dei contenuti:

Si esprime in modo chiaro, logico e lineare sia nella comunicazione scritta sia in quella orale (sincrono e asincrono)
Possiede le conoscenze appropriate alla comprensione della realtà ed all’intervento in essa
Manifesta una corretta padronanza della lingua inglese sia grammaticale che lessicale
Manifesta una corretta padronanza della lingua italiana sia grammaticale che lessicale
Argomenta e motiva le proprie idee/opinioni, commenta i risultati di un’indagine o di un modello.

3) sollecitare l’acquisizione di competenze tramite la presentazione agli allievi di uno stimolo didattico nella forma del compito di realtà (azione reale), chiedendo loro di produrre un elaborato che comprenda la comprensione della consegna, la ricerca delle informazioni secondo attendibilità delle fonti, l’elaborazione di un piano d’azione coerente e rispettoso delle norme, il superamento delle crisi, il corretto uso delle risorse cognitive e tecnologiche, la documentazione, l’argomentazione e l’autovalutazione di quanto svolto. Soprattutto – in riferimento alle competenze di cittadinanza – va richiesto loro di esprimere la motivazione del proprio elaborato mettendo in luce, oltre agli aspetti tecnici, anche il valore per la comunità e l’ambiente.

Chiarisco un punto importante: le rubriche rappresentano una “mappa” degli indicatori considerati necessari per una corretta azione formativa DAD in ogni contesto, specie nell’ambito degli Istituti professionali. Quindi servono per avere un quadro di riferimento prima per la didattica e poi per la valutazione. Ma i descrittori non sono degli standard, il loro linguaggio non è un elenco di contenuti o abilità specifiche, ma indica temi e modalità. Quindi il “corpo vivo” dell’attività spetta all’iniziativa degli insegnanti (non come “monadi” che viaggiano da sole nel cosmo, ma come componenti di una comunità e dei suoi organismi, specie i Dipartimenti ed i Consigli di classe).

Attendo commenti, dubbi e riflessioni.